Provini a contatto

Introduzione

Questo comando è utile per impaginare velocemente una serie di immagini di cui vuoi stampare dei provini.
Le immagini saranno disposte, a seconda delle scelte effettuate nel dialogo di controllo, in righe e colonne nel numero di pagine che si renderanno necessarie [vedi figure 1, 2 e 3].

fig. 1
fig. 1 - Le immagini importate nella pagina e non ancora ordinate
fig. 2
fig. 2 - Disposizione 5x5
fig. 3
fig. 3 - Disposizione 8x8

Come funziona

Il comando Provini a contatto si può trovare sia nel menu Strumenti->Provini a Contatto… che nella barra strumenti1, con l'icona Provini a contatto.

Lo scopo di questo comando è quello di ottenere la disposizione ordinata in righe e colonne di tutte le immagini presenti nel documento.
L'utente deciderà quante righe e colonne desidera per ogni pagina, determinando così un numero [righe x colonne] di spazi uguali (celle) predisposti ad accogliere le immagini.
L'algoritmo che sta dietro a questo comando si preoccuperà quindi di ridimensionare e spostare al posto giusto ciascuna immagine, opzionalmente ruotandola per meglio adattarsi allo spazio della cella e, sempre opzionalmente, creando il numero di pagine necessario.

Nota: di default il comando "Provini a contatto" Provini a contatto non è presente nella barra strumenti. Per includerlo, è sufficiente scegliere il menu Vista->Personalizza barra strumenti… e trascinare l'icona dello strumento nella barra, nel punto che desideriamo.


Il dialogo principale

Dialogo principale Provini a contatto
Nota: i valori indicati dai numeri in [ verde ] sono di sola lettura, quelli in [ rosso ], invece sono quelli modificabili dall'utente.
  • Immagini totali
    Qui sono indicate le immagini presenti nel documento e che saranno tutte, a meno che non siano bloccate [BLocco immagine], coinvolte nell'operazione.
  • Pagine
    Qui puoi decidere in quante pagine distribuire le immagini. Questo valore influisce sul calcolo automatico del numero di celle e colonne necessari, qualora la casella di spunta "collega valori", vedi punto [ 4 ], sia selezionata.
  • Celle
    Qui impostiamo il numero di colonne e righe della nostra disposizione di immagini.
  • Collega valori
    Se questa casella è selezionata, i valori nei campi righe, colonne e pagine sono concatenati tra di loro e vincolati al del numero di immagini da sistemare.
  • Dimensione cella
    Questo è un valore di sola lettura ed indica le dimensioni della cella che deve ospitare un'immagine. Questo valore risulta dalla suddivisione della pagina in righe e colonne.
  • Orientamento
    Anche questo campo è di sola lettura ed indica l'orientamento [ritratto / paesaggio] che viene a determinarsi in base alla dimensione della cella.
  • Gap (distacco)
    Qui decidiamo il distacco minimo tra le immagini. Il gap non può superare un certo limite, altrimenti si potrebbero avere immagini troppo piccole o addirittura a dimensione negativa.
  • Altre opzioni
    1. Non considerare i margini
      Viene preso in considerazione il foglio nella sua interezza, tralasciando i margini non stampabili. Naturalmente, in questo caso, parti delle immagini perimetrali potrebbero finire nell'area non stampabile.
    2. Orientamento automatico
      Le immagini vengono ruotate o meno per meglio adattarsi allo spazio cella.
    3. Regola impaginazione
      Il numero di pagine verrà regolato, cioè verranno aggiunte o tolte le pagine necessarie al documento.
      Nota che le pagine generate da questo comando sono impilate verticalmente.
  • Ok / Annulla
    Procedi o annulla l'operazione.

Menu rapidi

Menu rapidi provini a contatto

Per ragioni di praticità, sono stati predisposti dei menu che compiono la disposizione dei provini a contatto senza passare dal dialogo principale.

È stato preso in considerazione il caso comune di stampe su foglio singolo nei tipici formati verticali (A4, A3, Lettera), quindi le voci dei menu sono riferite a questi.

L'ultima voce, [usa impostazioni registrate] esegue il comando con i parametri presenti nelle preferenze del programma. Questi parametri sono automaticamente salvati all'uscita del dialogo principale (pulsante Ok).

Suggerimento: prendi nota delle scorciatoie da tastiera per un uso ancora più rapido di questo (ed altri) comandi.